Scopri il segreto delle olive ascolane più leggere e adatte ai vegetariani: la ricetta senza carne!

Adori le olive ascolane ma hai amici vegetariani che non possono gustarle? Ecco una versione vegetariana di questo amato piatto che accontenterà tutti, senza rinunciare alla tradizione.

Solitamente, le olive ascolane sono ripiene di un mix di carne di manzo, maiale e pollo, insieme a uova, noce moscata, sale e pepe. Tuttavia, come possiamo far gustare queste delizie a chi non mangia carne? La soluzione è semplice: un mix di patate e spinaci bolliti, parmigiano grattugiato e uova. Ciò non toglie che si possano utilizzare anche bietole, cicoria o altre verdure a piacimento.

Ecco come preparare le olive ascolane vegetariane:

Ingredienti:
- 550 g di olive verdi
- 300 g di patate
- 150 g di spinaci
- 4 cucchiai di parmigiano grattugiato
- 3 uova medie
- 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
- 1 noce moscata
- pangrattato q.b.
- sale fino q.b.
- 1 l di olio di semi di mais

Il primo passo consiste nel lavare e pelare le patate, poi lessarle in acqua leggermente salata per circa 25 minuti. Una volta pronte, vanno passate nello schiacciapatate e messe da parte in una ciotola.

Parallelamente, lessiamo gli spinaci per circa 15 minuti. Possono essere freschi o surgelati, in modo da poter preparare queste olive ascolane vegetariane in ogni stagione. Dopo averli tritati, gli spinaci vanno aggiunti alla ciotola con le patate.

Successivamente, frulliamo una ventina di olive verdi denocciolate, un po' di noce moscata, sale e pepe e un filo d'olio extravergine fino a ottenere un composto omogeneo. Quest'ultimo va aggiunto alle patate e agli spinaci, insieme ad un uovo intero.

Prepariamo le altre olive verdi rimosso il nocciolo e le riempiamo con il composto, cercando di non esagerare con le quantità.

Dopo aver passato le olive in due uova sbattute e nel pangrattato, friggiamo le nostre olive ascolane vegetariane in olio di semi riscaldato a 170°. Una volta dorate, le scoliamo su un vassoio coperto con carta assorbente da cucina o carta paglia per fritti. Le olive ascolane vegetariane sono pronte per essere gustate, senza bisogno di aggiungere altro sale.

Le olive ascolane vegetariane: un piatto per tutti

Le olive ascolane sono un piatto tradizionale molto amato, ma spesso i vegetariani non possono gustarle per via del ripieno di carne. Rivisitando la ricetta, è possibile far assaporare queste delizie anche a chi non mangia carne. Le olive ascolane vegetariane possono essere servite come antipasto o come piatto principale, adatte per ogni occasione.

In conclusione, vi lascio con una domanda: avete mai provato a fare le olive ascolane in versione vegetariana? Qual è il vostro ripieno preferito per le olive ascolane?

*Disclaimer: Le informazioni contenute in questo articolo provengono da fonti pubbliche e potrebbero non essere completamente verificate. Le ricette e i consigli forniti sono puramente indicativi e non sostituiscono il parere di un professionista. Si consiglia di verificare sempre le fonti e di adattare le ricette alle proprie esigenze e preferenze.*

Scopri il segreto delle olive ascolane più leggere e adatte ai vegetariani: la ricetta senza carne!
Scopri il segreto delle olive ascolane più leggere e adatte ai vegetariani: la ricetta senza carne!


"Non c'è amore più sincero di quello per il cibo", scriveva George Bernard Shaw, e quante volte ci troviamo a conciliare questo amore con le esigenze e le scelte etiche dei nostri amici? La cucina italiana è un tesoro di sapori e tradizioni, ma la sua bellezza risiede anche nella capacità di adattarsi e rinnovarsi. Le olive ascolane vegetariane sono un esempio perfetto di come si possa reinventare un classico senza tradirne l'essenza, offrendo un'alternativa gustosa che rispetta le scelte di vita di ognuno. In un mondo in cui l'attenzione verso l'alimentazione sostenibile e inclusiva cresce, queste piccole perle di sapore dimostrano che la tradizione può evolvere, arricchendosi di nuove varianti senza perdere la sua anima. E così, tra il dorato croccante delle olive ascolane rivisitate e il calore conviviale della tavola, si scopre che l'innovazione può essere deliziosa quanto il ricordo più autentico.

Lascia un commento